Una villa con piscina non gode dei benefici fiscali sulla prima casa

La Cassazione Civile, con sentenza n. 21908 del 27/10/2015, ha statuito che con l’acquisto di una villa con piscina, pur inferiore ai 240mq, l’acquirente non può avvalersi dei benefici fiscali sulla prima casa.
 
Un immobile di tali fattezze infatti viene considerato come abitazione di lusso, indi per cui il recupero dell’IVA agevolata di cui l’acquirente aveva usufruito, da parte dell’Agenzia delle Entrate, è regolare.